Contenuto principale

e-government Unione dei ComuniLo sviluppo del progetto di e-government rientra nell’ampio processo di innovazione e riorganizzazione della Pubblica Amministrazione cominciato negli anni ’90 nell’ambito della riforma amministrativa della Pubblica Amministrazione e che si è posto l’obiettivo di modernizzare la PA attraverso una maggiore efficienza, trasparenza e semplificazione amministrativa migliorando la qualita’ del rapporto con il cittadino.

In modo generale, l’e-government è riconoscibile come l’uso nei processi amministrativi delle tecnologie informatiche (più in generale le tecnologie dell’ICT, Information Communication Tecnology), introdotte con l’obiettivo di fornire servizi che vengano incontro alle nuove esigenze espresse da una società profondamente mutata negli ultimi anni, per articolazione e stili di vita. Inoltre, l’introduzione di un nuovo strumento di lavoro è stato percepito come l’occasione per affrontare l’attività di riorganizzazione del processo burocratico per la diminuzione della complessità del sistema, a vantaggio sia degli utenti interni che di quelli esterni.
E’ bene sottolineare che l’e-gov non coincide soltanto con l’informatizzazione e la digitalizzazione generale della Pubblica Amministrazione, ma è corretto parlare di e-gov quando l’utilizzo delle tecnonologie innovative costituisce chiaramente un valido contributo al miglioramento dei servizi finali resi agli utenti.

Per e-government o amministrazione digitale si intende quindi, l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) nei processi amministrativi attraverso cui la PA si propone di rendere più efficiente l’azione della pubblica amministrazione, migliorando da una parte, la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini e diminuendo dall’altra, i costi per la collettività.

L'unione dei Comuni "Terra delle Gravine" Crispiano, Massafra, statte, in linea ed in perfetta sintonia con l'introduzione dei processi innovativi legati all’e-government che ha cambiato, con modalità profondamente diverse dalle tradizionali, il tipo di interazione fra amministrazione e cittadino e/o impresa, ponendo l’utente e le sue esigenze al centro dell’azione amministrativa e quindi, spetta alle Pubbliche Amministrazione riorganizzare in termini tecnologici i processi di back office che preparano l’erogazione on line del servizio finale, volendo porre l’utente al centro dell’azione amministrativa, ha previsto, i seguenti Servizi di futura attivazione:


Servizio di Customer satisfaction;

Servizi Open data;

Rete degli Uffici Relazione con il Pubblico (URP) dell'Unione dei Comuni "Terra delle Gravine" Crispiano, Massafra e Statte;


Customer satisfaction: le PA sono tenute ad adottare strumenti idonei alla rilevazione del gradimento sui servizi on line (art 54-63)
Moduli on line: obbligo per le PA di pubblicare on line l’elenco della documentazione richiesta per i singoli procedimenti moduli e formulari validi ad ogni effetto di legge e non si possono richiedere quelli non pubblicati sul web (Art57)

Open data: disponibilita’ on line dei dati delle Pubbliche Amministrazioni: sono responsabili le PA per l’aggiornamento, la divulgazione e la valorizzazione dei dati pubblici, secondo i principi dell’Open Government. (Art.52-58)

L’URP e l’e-gov
In quest’ottica di cambiamento dei processi amministrativi e del rapporto della Pubblica Amministrazione con l’utente grazie all’e-government, l’URP si trova ad assumere un ruolo chiave sia nella gestione del processo di reingegnerizzazione - riprogettazione e revisione del processo organizzativo di erogazione di informazioni e servizi - , sia come interfaccia con il cittadino/utente. A questo proposito si segnala la Guida alla comunicazione istituzionale on line sulla qualità della comunicazione pubblica on line, frutto del Laboratorio di URPdegliURP, dove sono state individuate le priorita’ dell’Urp on line

L’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico non è piu’ soltanto un ufficio fisico, ma si sta orientando a diventare uno sportello virtuale grazie all’utilizzo di internet come veicolo di informazioni e servizi permettendo una maggiore accessibilita’ e trasparenza. Diventare uno sportello virtuale significa quindi, non solo offrire informazioni on line, ma anche servizi on line, dare la possibilità di eseguire o dare avvio a procedimenti amministrativi e offrire servizi on line, garantendo il massimo livello di interazione on line